giovedì 6 aprile 2017

Le mia scuola materna negli anni '80


(Dal mio libro "Gli svegli dell'asilo", Youcanprint, 2016)

Fin dalla più tenera età sono sempre stato affetto da un'inguaribile curiosità di scoprire il mondo che mi circondava, una spinta irrefrenabile che nel corso della primissima infanzia mi ha portato a compiere atti apparentemente sciocchi, ma che alle spalle avevano un ben ponderato desiderio di analisi, e al tempo stesso un'impagabile voglia di scoprire “cosa sarebbe successo se”. Sto parlando di quando, dopo aver osservato incantato una fontana luminosa presente in un parco, provai a ricreare lo stesso effetto in salotto versando dell'acqua sopra una lampada da tavolo, causando l'immediata esplosione della lampadina. O di quando volli addirittura tentare di trasformare la casa in un'originale ambiente acquatico, aprendo tutti i rubinetti, tappando gli scarichi, e disperdendo i flutti in giro per l'abitazione con le mani e con i piedi, al fine di velocizzare l'opera.

lunedì 3 aprile 2017

"L'elefante gay": canzone per bambini del 1984


In uno degli ultimi post ho riproposto 12 canzoni del passato che adesso, in quest'epoca "politicamente corretta", solleverebbero più di qualche polemica; oggi invece vi voglio parlare di un brano del 1984 che, al contrario, fa scalpore nel senso opposto.
Com'è possibile che nel corso degli "scorrettissimi" anni '80 trovò spazio, in un festival per bambini, un pezzo che, in pratica, giustifica e inneggia all'omosessualità?

Share This